Si lancia dall’ottavo piano e cade su un bimbo di 21 mesi: morti entrambi

Dramma in Ucraina la sera di Capodanno. Un bimbo è deceduto schiacciato dal peso di un uomo di 39 anni che si è suicidato lanciandosi dall’ottavo piano di un palazzo. Inutili i soccorsi.

Dramma di Capodanno a Zaporižžja, nel sud-est dell’Ucraina, dove un bimbo di 21 mesi è deceduto schiacciato dal peso di un uomo che si è suicidato lanciandosi dall’ottavo piano di un edificio. L’uomo che ha schiacciato il bimbo è un operaio di trentanove anni che, secondo quanto riportano i quotidiani locali, conosceva la famiglia del piccolo e che dai vicini veniva descritto come una persona perbene che forse però aveva dei problemi con l’alcool. Anche lui, come il bambino, è morto. La tragedia è avvenuta dopo una festa dove il piccolo era andato con i genitori.

Da quanto ricostruito, il bimbo si trovava assieme al papà sotto il palazzo in attesa che arrivasse anche la madre, che stava ancora salutando dei parenti che vivono nello stesso edificio del trentanovenne suicida. Il papà del bimbo ha assistito impotente all’impatto. Direttamente sono stati allertati i soccorsi, che hanno fatto il possibile per salvare il bambino, ma sfortunatamente non c’è stato nulla da fare. L’uomo è deceduto praticamente sul colpo nel momento in cui il cuore del bimbo ha smesso di battere in ambulanza.

Le drammatiche testimonianze dei vicini
Secondo quanto rivelato dai media locali, la mamma del piccolo, un’insegnante che si chiama Anna Polishchuk, si è accorta di quanto accaduto mentre i paramedici stavano provando già a salvare il bambino. Quando la donna ha compreso la drammatica momento è stata colta da malore. Drammatiche le testimonianze dei vicini che hanno assistito all’incidente: “Ho sentito un forte tonfo e successivamente ho visto la madre del bambino che si è precipitata in strada – ha raccontato un uomo – L’ho vista correre verso l’ambulanza e una volta lì ha capito che cosa era successo. Ho dovuto chiudere le finestre per non sentire le sue angosciate urla di dolore. Erano strazianti”. Un’altra persona ha detto di non aver mai visto prima molte persone pregare ad alta voce nello stesso momento. Dopo che la notizia del tragico incidente si è diffusa in tanti hanno lasciato sui social network un messaggio per i genitori del piccolo: “Come possiamo trovare parole di conforto per voi… sappiate che tutta l’Ucraina sta piangendo con voi e la vostra famiglia”, ha scritto un utente.

loading...
(597 visite totali, 1 visite giornaliere)